18 agosto 2008

Riassumete Dante de Angelis



Le FS hanno licenziato il macchinista/RLSDante De Angelis.

L'aver esercitato il diritto di critica ed il ruolo di scrupoloso RLS è costato, ancora una volta, il posto di lavoro a Dante De Angelis, macchinista in forza al deposito locomotive di Roma S. Lorenzo.

Con questo atto la Società vorrebbe chiudere la bocca ad un delegato che ha osato mettere in evidenza le possibili lacune, ammesse anche dallo stesso AD Moretti, che hanno determinato lo spezzamento di due Eurostar nell'arco di 10 giorni. Con questa azione, che segue quella degli 8 licenziamenti di Genova ai danni di operai che avevano già terminato l'attività di manutenzione programmata il gruppo dirigente delle FS spa apre uno scontro senza precedenti contro i lavoratori delle FS, ai quali si chiede di tacere anche quando, nel ruolo di RLS, hanno l'obbligo di segnalare ogni possibile elemento di rischio che possa pregiudicare la sicurezza dei lavoratori, dei treni e dei cittadini che ogni giorno li usano con fiducia.

Dopo le abbuffate di ipocrisia (precedenti la stesura del Testo Unico) che lo volevano al centro di un sistema virtuoso tendente al progressivo miglioramento delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro, il ruolo del RLS, col licenziamento di Dante De Angelis, torna a essere quello delle origini: scomodo e, quindi, da ridurre al minimo, al silenzio. In più, Dante è stato licenziato perchè ha posto al servizio della collettività, dei cittadini-viaggiatori, la propria esperienza, una sorta di garanzia che, per qualità del servizio ferroviario, si potesse contare soprattutto sui diretti artefici: i ferrovieri stessi.Per questo abbiamo tutti il dovere di rispondere in modo adeguato a questa sfida, richiedendo il reintegro immediato di Dante De Angelis.

Questo appello può essere firmato sul sito: http://firmiamo.it/campagnadisolidarietaperdantedeangelis

15 commenti:

Anonimo ha detto...

davvero un'azione omicida quella di trenitalia.
e anche la faccenda dei 7 licenziati, ha comunque dell'inverosimile, se letta bene nei particolari.
sembra che ci siano due cose: una mantenere il buon nome delle ferrovie, (ieri in tutto il nord-nord est c'erano ritardi e treni soppressi ovunque) e licenziare gli esuberi.
and
www.wrong-.splinder.com

Maurone ha detto...

L'ipocrisia di certi padroni è rabbrividente...

pjama ha detto...

a ottobre c'è il rinnovo contrattuale per i dipendenti delle ferrovie:
queste sono pure e semplici intimidazioni.

Maurone ha detto...

guarda caso...

Alligatore ha detto...

Quando c'era lui, caro lei, i treni non arrivavano mai in ritardo. Non l'abbiamo ancora sentita questa, ma non manca poi molto, purtroppo.

stellavale ha detto...

Certo che firmo. Il problema è che non ci si indigna più.

Maurone ha detto...

x alligatore: ho sentito cose molto simili...

x stellavale: ma noi sì, noi sì!!

Effimera_mente ha detto...

non so chi sia De Angelis. Da nessuna parte nella petizione è scritto cosa ha fatto, solo un proclama che non riporta NESSUN elemento che mi faccia capire perchè mai dovrei firmare.
Un pezzo di politica italiana è morta di proclami. Io sono stufa. Voglio dati e fatti, qualcosa che si offra al mio giudio e al mio raziocinio e non fedi che richiedono solo cecità.
Di petizioni fatte di paroloni non so cosa farmene.
Mi spiace io non firmo alla cieca.

Maurone ha detto...

Se ne è parlato molto sui giornali della vicenda di De Angelis, mi sembra strano che ad una persona così informata come te ti posa essere sfuggita questa cosa, comunque ti manderò materiale esplicativo.

Effimera_mente ha detto...

e ma io infatti non leggo i giornali, ne dovrei comprare troppi per capirci davvero qualcosa! :)
Ho letto gli articoli che mi hai mandato (ancora grazie) sono palesemente di parte (e a volte è necessario) ma forniscono elementi chiari e chiarificatori. Credo che andrò a firmare la petizione :)

Maurone ha detto...

Sono contento.... anche se sì.. erano articoli tratti da giornali "partigiani", ma diciamo che erano quelli più "tecnici" sul caso....

pjama ha detto...

goditeli fin che puoi i giornali partigiani perchè poi seremo costretti a leggerci repubblica, che sarà il giornale da estremisti tra qualche anno...

Maurone ha detto...

Estremisti liberisti, s'intende...

Anonimo ha detto...

certo..
però una volta che tolgono i fondi al manifesto, liberazione e l'unità sarà quello il giornale della sinistra italiana...

che bello eh...siamo messi malissimo..

pjama

Anonimo ha detto...

certo..
però una volta che tolgono i fondi al manifesto, liberazione e l'unità sarà quello il giornale della sinistra italiana...

che bello eh...siamo messi malissimo..

pjama