11 settembre 2007

Vai a fare del bene…


È un periodo un po’ particolare. Alquanto strano, e se non fosse perché certi temi sono terribilmente seri, sarebbe da pensare che questa seconda tranche del 2007 sia all’insegna del ridicolo.
Come intendere allora le parole dei sindaci di centro-sinistra che scendono in guerra contro i lavavetri, giustificandosi che serve per evitare il ritorno del fascismo? Come intendere il video messaggio di un sedicente Bin Laden che invita gli occidentali a convertirsi all’islam perché per la religione mussulmana non si pagano le tasse (“niente tasse e la possibilità di avere tante mogli? Ehi ragazzi questo Islam è per me”, così pare abbia dichiarato Berlusconi, ma non confermiamo.. sono voci di corridoio, anzi di garçonniere)? Come intendere la presenza in Israele di un gruppo di neonazi ebrei, immigrati dall’ex Unione Sovietica, che sognavano la fine del sionismo? Come intedere le parole di Napolitano che dichiara di sentirsi fuori dalle dispute politiche, e che preferisce fare finta di niente se sente qualcuno che lo chiama in causa? Ma che cazzo credeva di fare come presidente della Repubblica? Qualche sfilata ogni tanto? Farsi servire il caffè la mattina dai carrozzieri?
Che serve ancora per vincere l’oscar del grottesco quest’anno?
Il principe Carlo alla Juventus?
Borghezio ad una parata No-global?
Beppe Grillo che fa uno spot per Veltroni?
Valentino Rossi con un 730 in mano?
Bernie che dice miaooo?
Francesco Totti premiato all’accademia della Crusca?
Prodi che arriva a mangiare il panettone anche quest’anno?
Dai…
Intanto un consiglio. Se in Italia volete fare del bene pensateci sù 2 volte. Si rischia il carcere.
L'8 agosto sette pescatori tunisini (Mohammed Lamine Bayyoudh, che stava aiutando il padre, Abdel Krim Bayyoudh, prima dell'inizio dell'anno scolastico, Kamel Ben-Khalifa, padre di cinque bambini, Hamza Braham; Abdel-Wahid Ghafouri; Lassaad Gharrad; Abdel-Basset Jenzari) salvarono la vita a 29 uomini, 11 donne (di cui una al nono mese di gravidanza) e due bambini piccoli, di cui uno poliomielitico, prendendoli a bordo dei motopescherecci Morthada e Mohamed el-Hedi. Il comandante Jenzari avvisò immediatamente del salvataggio le autorità tunisine, che ne informarono il Centro di coordinamento del soccorso marittimo di Roma, che girò l'Sos alla nave della Marina Vega perché prestasse soccorso medico ai passeggeri. Scortati fino a Lampedusa da due motovedette della Guardia costiera italiana e da una della Guardia di Finanza, i sette vennero quindi arrestati in flagranza di reato.
In seguito la corte di Agrigento, presieduta da Atonia Sabbatino, ha rifiutato la richiesta di scarcerazione presentata dagli avvocati della difesa, Leonardo Marino e Giacomo La Russa, apportando come motivazioni il pericolo di fuga e il rischio di reiterazione del reato (in Italia i clandestini o ce la fanno da soli o muoiono! Le regole del gioco sono chiare, niente aiutini dall’esterno). A niente è valso il coinvolgimento in prima persona dell'Ambasciatore tunisino e del Console di Palermo, che stanno seguendo da vicino il caso dei sette "ostaggi d'Agrigento", come sono stati soprannominati in Tunisia, a Teboulba, da dove erano partiti per l'ultima battuta di pesca l'8 agosto, prima di soccorrere in mare i naufraghi.Non tutto è perduto. Ma dall'aula arriva anche una buona notizia. Il Pubblico ministero, Santo Fornasier, ha infatti chiesto la derubricazione del reato da articolo 12 comma 3 ad articolo 12 comma 1. Il reato contestato così non sarebbe più il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina a scopo di lucro, ma il semplice favoreggiamento dell'ingresso illegale, punito con pene da uno a cinque anni, anziché da quattro a quindici (beh.. tutto un’altra storia, no?...). Le udienze sono quindi state rimandate al 20 settembre, e sarà la volta dell'esame degli imputati. In caso di condanna, la difesa si è detta pronta a portare il caso fino alla Corte europea dei diritti umani.Mentre una vasta rete di associazioni che vanno dalla Rete antirazzista siciliana alla piattaforma dell'associazionismo euro-mediterraneo sull'immigrazione Migreurop, hanno già manifestato davanti alla Prefettura di Agrigento, venerdì 7 settembre, il caso continua a rimbalzare sui mass media internazionali. Dopo Libération, la tv al-Jazeera ha dedicato un intero servizio alla vicenda. Ai sette pescatori ha espresso la propria solidarietà anche la Lega tunisina per i diritti umani, mentre a Parigi la Fédération des Tunisiennes Pour une Citoyenneté des deux Rives sta organizzando una manifestazione davanti all'Ambasciata italiana per chiedere il rilascio immediato dei pescatori.
Poco o nulla invece nella parte continentale italiana, né Casini, da buon cristiano si è detto rammaricato, né Mastella ha minacciato ritorsioni sul governo, né Pannella ha annunciato scioperi della fame per ristabilire il diritto costituzionale. Insomma tutto come sempre.
Ma non per voi. Ora sapete.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

...mi fa sorridere la nota offesa del governo a proposito di borghezio...difendere uno schifoso nzista è davvero un gesto infame...
and
www.wrong-.splinder.com

stone ha detto...

mi ricordo la frase di un mio amico durante una gita delle medie (avevo13 14 anni forse). disse:"se fai del bene ricevi del male, se fai del male ricevi del bene". m'è sempre rimasta impressa ma continuo a non seguire l'insegnamento.

Giuy ha detto...

non sottovalutare la capacità di Bernie, potrebbe miagolare da un momento all'altro :)

La vicenda che ci racconti ha dell'incredibile, o meglio un'ingiustizia incredibile...ovviamente per loro nessuno farà nulla.
Ora io so, ma posso fare qualcosa per loro?
Se c'è un modo fatemelo sapere.

alicesu ha detto...

Napolitano di puttanate del genere ne ha dette parecchie. Ricordi quella che "i movimenti di piazza non sono il sale della democrazia"? Patetico.

Maurone ha detto...

x and: privilegi di casta???

x stone: infatti pur essendoci diverse ingiustizie nel mondo e nella nostra semplice quotidianità, l'importante è essere coerenti con se stessi ed onesti verso gli altri.

x giuy: credo che contattare in qualche modo le associazioni elencate nel post potrebbe essere fonte di informazione ed aiuto.
Se Bernie miagola io mi faccio suora!

x alicesu: la sua vita politica è piena di puttanate.. fu tra coloro che votarono nel Pci l'espulsione del gruppo del Manifesto.. ed altro ed altro ancora...

stellavale ha detto...

E Valentino Rossi che fa pubblicità in una stalla e si vanta di essere evasore?

Anonimo ha detto...

Complimenti Bel blog.
ormai ste paese sembra un ricovero di allucinati da funghetti e chi la spara più grossa viene pure riverito..
purtroppo i pescatori tunisini non erano tangentari o trafficanti di coca per tizi d'alto bordo, sennò mandavano gli ispettori ad agrigento..
Ciao da Neskens

Maurone ha detto...

x Valeria: una ragione in più per boicottare Fastweb...

x neskens: grazie e benvenuto. la giutizia è uguale per tutti, ma ci sono alcuni per cui la giustizia è più uguali che per altri

Anonimo ha detto...

Il Torino che fa domenica?
rob.

Maurone ha detto...

x rob: si va a Palermo, sarà una bella partita.