08 marzo 2008

In occasione della festa della donna vi giro un contributo della sezione torinese di Emergency


L'unica situazione dove le donne occupano un posto in prima fila...è in guerra.

Devastazioni del corpo e dell’anima, il lutto infinito, la perdita di senso e identità, il dolore inutile, lo strazio che sempre ogni guerra porta con sé.
Una guerra nella guerra.
Con il mondo che le circonda, con la famiglia, con padri padroni ottusi, con mariti violenti , con una società che le umilia e le discrimina, quando non prova a cancellarle fin da bambine...
Alcuni dati: se in guerra muore il 93% della popolazione civile.... di questi il 50% sono donne e bambini. L'organizzazione mondiale della sanità stima che in Afghanistan muoia una donna ogni mezz'ora per problemi legati alla gravidanza.
In Niger il 70 percento delle donne considera “normale” essere picchiata, stuprata o umiliata dal proprio marito, dal proprio padre e persino dai propri fratelli. Se un marito non è soddisfatto della propria moglie può chiedere il divorzio senza che nessun giudice si preoccupi di ascoltare le eventuali motivazioni della donna.
130 milioni di donne nel mondo hanno subito mutilazioni genitali. Dall'infibulazione all'escissione.
All´inizio della guerra del Vietnam in Thailandia c´erano 20.000 prostitute. Con la guerra diventarono 400.000. Quando gli americani si ritirarono, il governo thailandese ricevette soldi per organizzare il turismo sessuale per militari. La Chase Manhattan Bank prestò due milioni di dollari. Poi, grazie alle nuove tecnologie per la comunicazione e alla facilità di viaggiare, questo divenne turismo di massa. Attualmente si calcola che le prostitute in Thailandia siano arrivate a 2.000.000, il 33% minorenni.
Donne che diventano “prostitute di guerra” come le ragazze che, a Sarajevo, si sono vendute ai caschi blu per una sigaretta...
Donne lapidate a morte perché amano un uomo diverso da quello che sono state costrette a sposare.
Donne picchiate ferocemente o uccise perché non rispettano la tradizione o la volontà del marito. Donne maltrattate e violentate da uomini che nessun tribunale, in quanto uomini, punisce.
Donne che preferiscono darsi la morte con il fuoco pur di non vivere una vita d’inferno.


Donne e Uomini del gruppo Emergency di Torino

19 commenti:

Anonimo ha detto...

....sul treno, ieri, sentivo ragazze che ne parlavano...non sapevano nulla dell'8 marzo...
and
www.wrong-.splinder.com

stellavale ha detto...

Un pensiero per chi deve avere tanta forza in più...

Effimera_mente ha detto...

ma è proprio per questo che si festeggia l'8 marzo...
Per lavarsi la coscienza una tantum

Maurone ha detto...

x and: bah... almeno ne parlavano.. mi chiedo se le loro madri e le loro nonne ne sanno di più..

x stellavale: e allora forza!!!

x effimera_mente: qualcuno lo fa, sì.. altri no, sanno bene che il rispetto e l'autonomia della donna passa per 365 giorni, per fortuna.

Giuy ha detto...

l'otto marzo è diventata una festa commerciale come tutte le altre. in pochi sanno perchè è stata istituita questa festa. Altrimenti non mi spiego che cavoli c'è da festeggiare!

Maurone ha detto...

x giuy: riconoscersi, commemorare, promuovere, capire.. ecco cosa dovrebbe essere, secondo me.

Anonimo ha detto...

quale liberazione?
rob

Maurone ha detto...

X rob: liberarsi da una concezione arcaica e asfissiante della famiglia, del proprio ruolo di genere.

Anonimo ha detto...

...il libro è un romanzo del 1976...una via di mezzo fra un giallo, un libro drammatico...una tragicommedia....ma davvero è intriso di sentimenti vitali....che ti tolgono il fiato...e vedrai quanti riferimenti ti vengono in mente a film, sogni...che sicuramente hai visto...perchè sono famosi...davvero....un libro meraviglioso...in italia non se ne scrivono di questo genere....
and
www.wrong-.splinder.com

Maurone ha detto...

x and: m'incuriosisce sempre più.. bene

Anonimo ha detto...

ogni festa ha i suoi perchè... sono le ricorrenze che sembra non ne abbiano piu'

ciao fratello ... gpq

stone ha detto...

E' terribile essere donna nel mondo d'oggi. Per non parlare del passato. Almeno oggi se ne parla. Questa è già una piccola rivoluzione. Ma bisogna fare di più per eliminare questa costola della grande ingiustizia sociale.

Maurone ha detto...

x gpq: ogni volta che passi da qui è una letizia amico mio.

x stone: sì per molte donne è così. Per questo donne e uomini che godono di diritti, opportunità, possibilità devono impegnarsi a favore di chi non ne ha.

Anonimo ha detto...

ma la famiglia come dovrebbe essere? boh
rob.

Maurone ha detto...

x rob: un luogo d'amore

stellavale ha detto...

Sul mio blog una proposta che può interessarvi!

Effimer_mente ha detto...

mi è arrivato via mailing list :)))

Per chi non lo conoscesse ancora, e' stato organizzato un CORSO PER UOMINI -

Tema del corso: diventare intelligente quanto una donna (quindi essere perfetti).

Obiettivo pedagogico: corso di formazione che permette agli uomini di sviluppare quella parte del cervello della quale ignorano l'esistenza.

Programma: 4 moduli di cui uno obbligatorio.

*Modulo 1: corso obbligatorio*
1. imparare a vivere senza la mamma (2000 ore)
2. la mia donna NON e' mia mamma (350 ore) 3. capire che il calcio non
e' altro che uno sport, e che Totti e' un
cretino (500 ore)

*Modulo 2 : vita a due
*1. avere bambini senza diventare geloso (50 ore)
2. smettere di dire cazzate quando la mia donna riceve i suoi amici
(500
ore)
3. vincere la sindrome del telecomando (550 ore)
4. non faccio pipi' fuori dal water (100 ore, esercizi pratici con
video)
5. comprendere che le scarpe non camminano mai da sole fino alla
scarpiera (800 ore)
6. come arrivare fino al cesto dei panni sporchi senza perdersi (500
ore)
7. come sopravvivere ad un raffreddore senza agonizzare (2000 ore)

*Modulo 3 : tempo libero*
1. stirare in due tappe (una camicia in meno di due ore: esercizi
pratici)
2. digerire senza ruttare mentre lavo i piatti (esercizi pratici)

*Modulo 4 : Corso di cucina
* Livello 1 (principianti): gli elettrodomestici: * ON acceso * OFF
spento
Livello 2 (avanzato): la mia prima minestra senza bruciare la pentola.
Esercizi pratici: far bollire l'acqua prima di aggiungere gli spaghetti



*TEMI DI APPROFONDIMENTO*

A causa della complessità e difficoltà di comprensione dei temi, i corsi
avranno un massimo di 8 iscritti.
TEMA 1: Il ferro da stiro: dalla lavatrice all'armadio, questo processo
misterioso.
TEMA 2: I rischi di riempire il portacubetti di ghiaccio.(dimostrazione
con
supporto di diapositive)

TEMA 4: Ultima scoperta scientifica: cucinare e buttare la spazzatura NON
provoca né impotenza ne' tetraplegia.(pratica in laboratorio)

TEMA 5: Perche' non e' reato regalarle fiori anche se sei già sposato con
lei.

TEMA 6: Il rullo di carta igienica: 'Nasce la carta igienica nel portarullo?'

TEMA 7: Come abbassare la tavoletta del bagno passo a passo.(Teleconferenza con l'università di Harvard)

TEMA 8: perche' non e' necessario agitare le lenzuola dopo aver emesso gas intestinali. (esercizi di riflessione in coppia)

TEMA 9: 'Gli uomini che guidano possono chiedere informazioni ai passanti quando si perdono senza il rischio di sembrare impotenti?' (Testimonianze)

TEMA 10: I detersivi: dosi, consumi, applicazioni pratiche per evitare danni irreparabili alla casa.

TEMA 11: La lavatrice: questa grande sconosciuta della casa.

TEMA 12: Differenze fondamentali tra il cesto della roba sporca e il suolo. (esercizi in laboratori di musicoterapia)

TEMA 13: L'uomo nel posto del passeggero: 'E' geneticamente possibile non parlare o agitarsi convulsivamente mentre lei parcheggia?'.

TEMA 14: La tazza della colazione: va da se' fino al lavandino?

TEMA 15: Comunicazione extrasensoriale: Esercizi mentali in modo che quando gli si dice che qualcosa e' nel cassetto dell'armadio non domandi: 'in quale cassetto e di quale armadio?'.

Per il resto............non c'è speranza!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ma anche per le donne .. ce ne sarebbero
ahhaahaa
rob.

Maurone ha detto...

x stella vale: vengo a vedere!

x effimera_mente: uhmmm potrei risparmiare quasi quasi.. di una buona metà ho già imparato e risolto di altre invece..."comprendere che le scarpe non camminano mai da sole fino alla scarpiera" fa proprio per me... ma anche la mia signora potrebbe assistere a un qualche incontro.. tipo "Il rullo di carta igienica: Nasce la carta igienica nel portarullo?"... eh sì....

x rob: appunto, ma non generalizziamo, il problema è l'imbamboccianesimo delle generazioni, per dirla alla Padoa Schiappa...