07 aprile 2008

Hijos

Durante il colpo di stato in Argentina tra il 1976 e il 1983 i repressori toglievano i neonati alle madri detenute, incinte o sul punto di partorire, affidandoli (spesso per denaro) a coppie di repressori ma anche a genitori in buonafede. Tra il 1976 e il 1983 gli «apropriados», i bambini sottratti, sono stati tra 4 e 500, le denunce almeno 250, i figli ritrovati «solo» 87. Di questi, soltanto quattro hanno scelto di rimanere nelle famiglie adottive.
Il caso di Maria Eugenia Sampallo Barragan è il primo ad arrivare in tribunale: perché lei, nata in prigione nel 1977, ha deciso di querelare i falsi genitori. Figlia dei desaparecidos Mirta e Leonardo, militanti del Partito comunista Marxista leninista (una formazione separata dal Pc argentino), ha pellegrinato per anni in cerca dei suoi veri genitori. Fino a quando, nel 2001, ha deciso di ricorrere alla Commissione nazionale per il diritto all'identità (Conadi).
L'esame del Dna, messo a confronto con la grande banca dei dati genetici nazionale messa in piedi dalle Abuelas de Plaza de Mayo, le ha infine restituito un nome.
Finora le «nonne di Plaza de Mayo» sono riuscite a far sì che 87 nipoti abbiano potuto incontrare le proprie vere famiglie.
Dietro ognuno di questi 87 ci sono storie drammatiche ed emotive.
Casi in cui i falsi genitori erano repressori, altri in cui i falsi genitori conoscevano l'origine dei neonati e lo nascosero, e infine la variante di genitori adottivi che agirono in buona fede e adottarono i bambini in modo legale.
Alcuni hanno persino collaborato nella ricerca della verità seguita dai propri figli.
P.S. cari bloggers in questi giorni io e la mia famiglia siamo impegnati nell'assistenza al capezzale del fratello di mio padre.
Perciò riesco solo da lavoro a passare da queste frequenze.
Davvero è un periodo un po' duro.
Le separazioni sono inevitabili, bisogna solo avere il coraggio e l'impegno di tenere dentro di sè la memoria delle persone amate.
E ricordarsi che si è, e sempre si rimarrà, una famiglia.

16 commenti:

stellavale ha detto...

Ti abbraccio Maurone.
Per fare la cassetta: www.muxtape.com


P.s. messaggio promozionale:
Per festeggiare il 25 aprile già da ora, aderite all'iniziativa 25 aprile, 250 bloggers! tutte le info su www.mondine.it

Anonimo ha detto...

una storia tristissima...pensa io avevo lavorato proprio a un video di 10-15 minuti sull'argentina...con un testo scritto...immagini....è rimasto...finito...più o meno...ma lì, in un pc lontano...
mah...
and
www.wrong-.splinder.com

Maurone ha detto...

x stellavale: grazie del tuo affetto.

x and: una trgedia che qui in pochi vogliono sentire... nonostante il grande legame tra il nostro paese e l'Argentina...

Profondoceano ha detto...

Una pagina tistissima di storia non solo per l'Argentina, ma per tutto il mondo...
Una ferita ancora aperta di cui gli argentini ancora subiscono le conseguenze!

Coraggio Maurone,sii forte! Per quanto possibile ti sono vicino.

Verità Segrete e Misteri Irrisolti

Effimera_mente ha detto...

togliere i figli alle madri è il modo più radicale di togliere il futuro a delle persone.

tanti auguri per lo zio

Maurone ha detto...

x profondoceano: purtroppo i governi socialisti avevano un po' troppo frettolosamente intrapreso la via della riappacificazione nazionale, in questo quadro un peronista come Kirchner sorprese per le sue decisioni atte a riprire e riparare quelle ferite...
Grazie per la vicinanza.

x effimera_mente: i repressori dicevano che lo facevano per la loro natura cattolica.. non potevano ucidere donne incinte, quindi aspettavano che partorissero, poi le giustiziavano e ne disperdevano i resti...

Anonimo ha detto...

..Argentina...Tibet, Cecenia Kashmir..Ossezia, Abkasia....

rob.

Maurone ha detto...

x rob: mi manca l'akbasia....

Anonimo ha detto...

Molto forte il post e bello il commento...
un bacio
Niobe

Maurone ha detto...

x niobe: tutto nel segno della radice delle cose

starfix ha detto...

è una storia che ho letto sui giornali. Incredibile e triste. Ma la determinazione della ragazza e la sua perseveranza sono riusciti ada andare oltre al dolore e al danno subito.
La ammiro tantissimo....


starfix

Anonimo ha detto...

un abbraccio per quanto sta accadendo a tuo zio.
and
www.wrong-.splinder.co

Maurone ha detto...

x starfix: un coraggio di chi ha sicuramente un cuore ed una memoria grande così.

x and: grazie.

Il fratello di mio padre si è spento martedi mattina. Stamane il suo ultimo viaggio, attorno a lui c'era chi lo ha amato, e mai, mai, lo dimenticherà

Effimera_mente ha detto...

Allora condoglianze. Foss'anche solo per quello che scrivi, è stato un uomo fortunato

Giuy ha detto...

un abbraccio forte.

Maurone ha detto...

x effimera_mente e giuy: grazie del vostro pensiero