18 maggio 2007

Organi
Capitolo terzo: dove una telefonata non sempre è un idillio amoroso.

- Dai adesso smettila, ti chiudo il telefono in faccia, lo faccio sai?
- (off) Si, dai bravo…
- Pensi che non ne sia capace, mi metti alla prova?
- (off) Che cazzo, io ti voglio parlare… mi consideri meno di niente! Almeno altre spiegazioni..
- Che altre spiegazioni?! Fra tre giorni mi sposo… che c’è da dire ancora… è finita, ti ripeto.
- (off) Aaah! Ma fino ad un paio di mesi fa mi sbattevi ancora!!
- Non è vero…
- (off) Si sii, quando sei venuto a trovarmi di pomeriggio per il mio compleanno.
- Ti ho solo baciato e …
- (off) Mi hai toccato, mi hai spogliato, mi hai masturbato, e io ti ho fatto un pompino…
- Ma non abbiamo scopato… noi non abbiamo scopato quella volta, eh!! E pensavo che tu capissi che non mi avresti più sentito, siamo persone adulte, no?! Cazzo volevo essere carino per la tua festa…
- (off) Aaah! Che bel pensiero, che brav’uomo.. spargi sperma per gentilezza tu!
- Spargo quello che mi pare, a chi mi pare, quando mi pare, e comunque non pensare che fosse stata una prestazione da ricordare…
- (off) Cosa ti fa quell’altra che io non ti posso fare meglio.
- Non capisci, non capisci un cazzo, non siamo fatti uno per l’altra.
- (off) Ti piaceva sbatterti due tipe contemporaneamente, no?! A me in settimana e a lei nei week-end, no? E poi nessuna delle due era nella tua città, hai delle amichette anche lì a Novara... eh? Puttaniere!!
- Se lo dici tu che sono un puttaniere…
- (off) Ma fottiti!!
- Adesso basta sono in macchina e mi disturbi a guidare.
- (off) Se quella troia fosse rimasta a casa sua… invece ti ha babbato, ha fiutato quanto sei granoso e si è sistemata.
- Ha parlato la santa…
- (off) Io sono libera, ma era chiaro che ci tengo a te. Poi non ti ho chiesto mai molto, una compagnia, due parole. Quante volte hai dormito da me…. Poi è arrivata quella cagna e…
- Ehi bada a come parli… mi stai stufando, sai? E poi se uno non ti chiama per mesi che pretendevi? Io ho la mia vita e tu la tua. Che ti devo?
- (off) Eri a Torino oggi e non hai avuto le palle di venirmelo a dire in faccia che ti sposi, coniglio di merda!!
- Ma ucciditi!!
Click!!
Conversazione finita.

Ore 22.58, un’Alfa Romeo viaggia ad una velocità di 165 km/h sulla tangenziale Nord di Torino, direzione autostrada per Milano, destinazione Novara.

8 commenti:

marea ha detto...

Buona parte della telefonata mi sembra familiare.. ma vaaa bè..

Comunque.. visto che sono giòà prente.. perchè aspettare? :D

marea ha detto...

già pronte.. uff

Maurone ha detto...

X marea: mi piace la suspence....

Anonimo ha detto...

...romanzo epistolare...come Dickens....
and
www.wrong-.splinder.com

Effimeramente ha detto...

Hai cambiato radicalmente personaggi mi pare. Qua mi pare si tratti di quello che fa un po' di soldi e si circonda di tutti gli status symbols spendibili nella bassa piccola provincia, della serie "celo. celo, manca..." e organizza la sua vita secondo tutti i cliches del piccolissimo borghese per andare sul sicuro. Da queste parti ce ne sono tanti così, con le tipe in tirissimo, tutti negli stessi locali, con la stessa roba addosso...

Maurone ha detto...

X and: ma.. mancano le lettere, intesa come prodotto postale...

X Effimeramente: l'ispirazione è infatti quella che citi tu... ma anche le città sfornano gli Osacr Santi, x mirarli basta una passeggiata in via Garibaldi, no?

Effimeramente ha detto...

...."Ma non abbiamo scopato… noi non abbiamo scopato quella volta, eh!!"
Eccerto, era giusto un salutino veloce..

Sottile ironia che fotografa bene una certa mentalità maschile :P

Maurone ha detto...

X effimeramente: ironizzo sulle pretese maschili dei miei simili di genere....