10 novembre 2007

L’effetto che fa.


Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
essere un giornalista, definirsi progressista, ma aperto al dialogo con la destra, sensibile alle ragioni del Nord leghista, per una laicità che accoglie le parole del Papa….
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Consumare una vita al bar, vincere 10000 euro al lotto, vantarsi e dirlo a tutti, poi ricevere il giorno dopo la telefonata di un cugino, alla lontana, che ti dice: “ho bisogno di operarmi, sai il bere, ti ricordi.. mi hai fatto iniziare tu…”
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Andare alle primarie del Pd, avere casa in centro, dirsi per una società multiculturale, comprare prodotti in un negozio equosolidale, leggere Baricco, ed avere paura se tua figlia esce con un ragazzo rumeno…
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Passare da lunedì a venerdì a lamentarsi del traffico, della mancanza di parcheggio, della coda al supermercato, dei vicini rumorosi, dello smog, poi andare il finesettimana in montagna e annoiarsi terribilmente…
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Ad avere un cugino che lavora in comune che ti fa avere una casa popolare senza che tu ne abbia i requisiti, un fratello vigile urbano che ti fa avere un pass per disabili per la macchina anche se sei normodotato, avere uno zio assicuratore che ti procura un’assicurazione di comodo per l’auto, e poi prendere l’autobus e indignarsi che sopra ci trovi dei rom che non hanno pagato il biglietto…
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Mettersi insieme ad una ragazza a sedici anni, a venticinque andare a vivere insieme, a ventotto sposartela, a trenta avere il primo figlio, a trentatré il secondo, a trentacinque cambiare casa, a quaranta cambiare macchina, a quarantacinque trovarsi un’amante e dire di tua moglie che è una donna che non ti hai capito…
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….
Indignarsi per la guerra, irritarsi per la mafia, stizzirsi per il razzismo, contrariarsi per la fame nel mondo, indispettirsi per la deriva della politica, infastidirsi per i pessimi programmi televisivi, turbarsi per il disprezzo della natura, arrabbiarsi per il dispregio dei diritti sul lavoro, infuriarsi per la mancanza di laicità nella società, poi aprirsi un blog per cercare di baccagliare…
Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa….

9 commenti:

Baol ha detto...

Questo post è BELLISSIMO!

Giuy ha detto...

Concordo! Un post di riflessione critica dura e purtroppo molto realistica...davvero straordinario!

Anonimo ha detto...

...grande mauro...
and
www.wrong-.splinder.com

gio ha detto...

Chissà, chissà, chissà l’effetto che fa…sapere che esiste una persona come te...
è un buon effetto...credimi!

Anonimo ha detto...

chissà l'effetto che fa trovarsi in un paese dove i manifestanti più incazzati lottano per un valore assoluto: il calcio...
e dove chi manifesta per motivi politici lo fa come se andasse a fare shopping (anche meglio, è gratis!)

starfix

Maurone ha detto...

X baol, giuy, and: grazie, contento che abbiate capito ed apprezzato.

x gio: è una bella sensazione, sì.. un bell'effetto davvero.

x starfix: per risponderti avrei bisogno di fare un post apposito, davvero avrei tanto da dire, per ora mi limito a dirti che alle manifestazioni a cui ho aderito, l'ultima venerdì scorso, non ho mai visto nessuno sfilare, mobilitarsi come se fosse a fare shopping, ma forse ti riferivi al family-day???

tEmPhE ha detto...

maurizio: fa un brutto effetto pensare che potrebbe fare un buon effetto a noi per primi.

jean/temphe

Anonimo ha detto...

ma il tifo organizzato a Torino com'è adesso?
rob.

Maurone ha detto...

X Jean/temphe: tu no, sei diversa!

X rob: caldo, ma molto eterogeneo