11 ottobre 2006

Mi è scappato il ponte!

Tutto è iniziato sabato, a pranzo, quando addentando una croccante pagnotta ho sentito una strana sensazione, come di…. denti che girano per la bocca, ovviamente il pensiero istantaneo è stato: “Mi è scappato il ponte!”, riferendomi alla protesi dentale che copre lo spazio lasciato da 4 molari e premolari destri che hanno deciso di lasciarsi consumare in modo precoce, complice la mia ingordigia di zuccheri, e pure di sabato quando è impossibile rintracciare il proprio dentista di fiducia, quindi è seguito una cantilena d’improperi verso un fato che ultimamente pare avermi preso di mira particolarmente. Non mi è rimasto che telefonare allo studio dentistico e lasciare una comunicazione sulla segreteria telefonica, aspettando che lunedì mi richiamassero per fissare un appuntamento. Cosa che è avvenuta, infatti oggi alle 16.30 mi sono recato da questa beffarda figura professionale che è il dentista, ovvero colui che può permettersi di mangiare…. grazie ai nostri denti. A dire la verità dentisti, odontotecnici e compagnia bella ci fanno un sacco di altre cose con i nostri denti, sono come dire una bella classe sociale; mi ricordo che da piccolo andavo un dentista un po’ strampalato che faceva collezione di macchine d’epoca, non male come hobby da buttarci su qualche spicciolo….
Comunque mentre ero sul lettino, fissavo il soffitto e avevo il tubo dell’aspirazione posteggiato nel cavo orale, la radio, sintonizzata su non so che stazione commerciale, e che fino a quel momento aveva trasmesso musica che non mi aveva affatto reso più sereno e a mio agio in quel luogo, diffonde il giornale radio, e tra una notizia dalla Corea sempre più atomica e una dall’Alitalia sempre più a terra, lo speaker annuncia succintamente che la maggioranza ha approvato un provvedimento che elimina la costruzione del famigerato ponte di Messina dal pacchetto delle grandi opere, preferendo il raddoppio delle reti ferroviarie a binario unico sul territorio siciliano e, soprattutto, alla correzione dei problemi esistenti sulla retta autostradale Salerno - Reggio Calabria, meta preferita dei villeggianti italiani, nel senso che attualmente se l’imbocchi il 1° di Agosto, magari per il 15 riesci a uscire a Reggio.
In quel preciso momento, la mia mente ha partorito una fulminante intuizione, come in un sogno rivelatore, come un bramino in trance, ho visto il Cavaliere dei Cavalieri, l’uomo di Arcore, il bisunto dal signore, Silvio B. che dai banchi della camera si affligeva sul suo scranno proferendo le seguenti parole: “Mi è scappato il ponte! E mo chi glielo dice agli amici della cupola….”.
E come per magia mi son sentito meglio sul mio lettino dentistico.

3 commenti:

Banda Bassotti ha detto...

Ahahahahah! tu come Berlusconi!! e detto questo, consolati pensando che il tuo ponte costa molto meno. E il Ponte di Messina, bhè avresti dovuto pagare pure quello...
Anche io sono una assidua frequentatrice di dentisti. Negli ultimi due anni ci ho lasciato 2 o 3 stipendi. Secondo con i miei soldi ci compra azioni della Sperlari e della Doufour

Maurone ha detto...

Già sono sulla stessa lunghezza d'onda del nostro ex premier...

Ggioia ha detto...

Grazie per essere passato da me...