27 ottobre 2006

Un gabinetto per Vladimiro

“….ovvio il medico dice "sei depresso", nemmeno dentro al cesso,possiedo un mio momento…”
(L’avvelenata - Francesco Guccini)

Quando ho saputo che Rifondazione avrebbe candidato Wladimir Luxuria al parlamento mi chiedevo se la scelta (comunque giusta) di destinare uno dei propri seggi ad un esponente del movimento per il riconoscimento dei diritti GBLT (gay lesbo bisex e trans)fosse ricaduta sulla persona più adatta. La conoscenza che avevo di Wladimir Luxuria, nome d’arte di Vladimiro Guadagno, era molto parziale e si riferiva alle sue performance d’intrattenitrice radiofonico su Radio Capital o televisivo su All Music, di cui ero stato spettatore casalingo, e l’inquadrai per essere uno di quei personaggi particolarmente kitch come molti se ne vedono in tv, che marcia molto sui doppi sensi relativi alla propria scelta sessual-estetica. Mi stupii (positivamente) quindi quando lessi alcuni suoi articoli su “Liberazione”, nelle vesti di direttore artistico del gay pride, mi sembrava avere accenti ben diversi dalla persona che squittiva e inveiva ambigua da radio e tv (ma anche teatro e cinema), trovavo i suoi scritti molto profondi e seri, ben documentati e capaci di andare diretti al nocciolo della questione. Fino a quel momento il volto politico del movimento dei gay era affidata da anni all’ex presidente dell’Arcigay Grillini, da almeno tre legislature deputato dei Ds, noto frequentatore di salotti televisivi, ma che nel suo agire politico non mi sembra sia mai riuscito a portare avanti nessuna iniziativa politica veramente di nota. In questi primi mesi da deputata Wladimir Luxuria ha avuto inizialmente un grande momento di notorietà; fotografata, intervistata, ripresa dalle telecamere, soggetto di servizi dei rotocalchi, la prima deputata transgender in 60 e più anni di storia del parlamento repubblicano, è stata l’esponente politico su cui le attenzioni, a volte vojeuristiche, dei mass-media hanno più chiacchierato nei primi giorni postelettorali. Dopo le attenzioni si sono attenuati e Wladimir, che comunque nelle sue dichiarazioni politiche si è sempre dimostrato misurato e garbato, è tornato a dividersi tra la sua movimentata vita artistica e quella più impegnata di parlamentare, ma senza dare luogo a particolari scalpori. Almeno fino a oggi pomeriggio.
Roma, ore 14.15, bagni della camera. Come ogni essere umano che si rispetti Wladimir, si reca al bagno per espletare i suoi bisogni fisiologici, l’incombenza come sempre è compiuta nel bagno delle donne, visto che Luxuria si è sempre riconosciuta nel genere femminile, ma alle sue spalle Alessandra Gardini, ex attrice, ex conduttrice rai, ex portavoce di Berlusconi, ora deputata di Forza Italia, sbotta che il deputato Guadagno non può usare il bagno delle donne, ed in un impeto di democrazia, larghezza di vedute e nobiltà sgrida le addette alla pulizia per aver fatto entrare Luxuria – Guadagno nel bagno delle donne per poi correre dai Questori della camera a fare la spia. Wladimir rimane scioccato, ma per fortuna i questori stoppano la Gardini poiché “Le scelte relative alla propria identità sessuale appartengono alla sfera personale e come tali vanno rispettate”.
La politica c’insegna nuovamente che la spocchia dei potenti (a volte finti potenti) non conosce limiti, neanche quando si va a pisciare. La Gardini che è membro della commissione Affari Sociali ma non sa dell’esistenza della Consob (l’organo di controllo della Borsa), questo lo sappiamo dalle Jene, l’ha presa a male, e poichè visto che non è riuscita a diventare Presidente della Camera vuole essere imperatrice del cesso. La promiscuità sessuale, intesa come frequentazione di ambienti, stili di vita, abitudini da parte di ragazzi e ragazze in modo indiscriminato è un dato di fatto piuttosto comune nella nostra società. La domanda è quindi d’obbligo: Ma in che mondo vive la Gardini? A Bacchettopoli?

Appendice: una cosa seria.
Sono 15 giorni che Gabriele Torsello è in mano ai suoi rapitori talebani.
Ricordiamocelo ed esprimiamo il desiderio di riaverlo al più presto con noi, almeno per dirgli in faccia che con quella barba è terribilmente demodé.

12 commenti:

Banda Bassotti ha detto...

tempo fa ho visto un servizio su Wladimir Luxuria e devo dire che mi piace molto come persona, mi piace molto come DONNA. Ha una autenticità, una femminilità, una riservatezza ed una serietà che manca a molte donne che popolano la politica italiana. Lei fa di lavoro la showoman, si trucca e va a far divertire la gente, è il suo lavoro. Ma in politica ci sono tante donne saltimbanco che non lo fanno, ci sono proprio! Vedi le varie Mussolini, le Santanchè ecc. Quanto alla Gardini: inqualificabile, ha il cervello di Flavia Vento, ovvero non ce l'ha

Auryn ha detto...

per il lovefriend, me la sono presa, perchè un conto è partecipare ad una serata orgiaio con 100 persone, un conto trovarsi in pochi intimi... ecco, a quanto mi aveva detto non erano così intimi da giustificare la sua presenza tra sole otto persone. di qui il dubbio che mi abbia mentito sui loro rapporti intercorrenti.

per Luxuria: spero di non trovarmi mai in bagno uno col pisello, solo perchè dentro si sente donna.
se un quarantenne dentro si sente un bambino, allora può baciare le bambine?

Anonimo ha detto...

...cervello di Flavia Vento...in effetti...e pure passa per uan signora distinta, una "politica"...ma nemmeno la Luxuria è una politica (a questo termine "politico" non do un grande valore, anzi per niente)...è difficile non ammettere che è stata canditata solo perché è una faccia nota, ha la sua storia, ma mi chiedo cosa faccia in parlamento...boh, davvero...andrea
www.wrong-.splinder.com

Banda Bassotti ha detto...

Notizia dell'ultima ora: Flavia Vento, dopo aver tentato in politica sia a destra che a sinistra, ha deciso di creare un partito suo! finalmente pupe ignoranti, analfabeti, oche giulive e mantenuti nullafacenti avranno una degna rappresentanza. Una forza nuova per il progresso del paese!!
Mi fa venire in mente una cosa letta non so dove e riferita a non so chi: Un politico "dobbiamo sollevare le classi povere" riccona" bene, faremo una legge per distribuire scarpe col tacco alto a tutte le donne povere". Qualcuno se lo ricorda?

Gio ha detto...

GAbriele è un collega mio...non sai cosa provo davvero!!! rabbia è poca cosa, sopratutto per quelli che non sanno e dicono : QUELLO NON DOVEVA ANDARE DA SOLO GLI STA BENE ECT ECT...non sanno cosa significhi e cosa davvero ti spinga ad andare in quei posti...

Maurone ha detto...

Per Banda Bassotti: neanche nei miei più viscerali rigurgiti anti destrorsi avrei mai immaginato di accostare la Gardini a Flavia Vento, insomma è come sparare sulla "Croce Rossa", ma avendolo detto tu come donna ci penserò.. :-)
Per Auryn: per il lovefriend in effetti capisco la paura dell'intimità eccessiva, ma sappi che spesso è portata da nostre proiezioni supposte, poi ci ripensiamo dopo un po' di tempo e ci sentiamo un po' esagerati ad aver fatto quel pensiero; per il fatto Luxuria direi di mettere in chiaro che nessuno si aggirava per i bagni della camera pisello alla mano, in tal caso quello sì che sarebbe stato una brutta cosa e pure degno di denuncia penale (doppio senso non voluto), e non mischiamo l'intolleranza della Gardini e la domanda "in che bagno si va se sono un trans?" con la pedofilia, che è una violenza sessuale perpretata ai danni di una persona inconsapevole e quindi non consenziente.
Per Wrong (so che sei Andrea...): ecco direi che magari è un 'idea andare sul sito della camera per capire l'attività dei vari onorevoli, tipo interpellanze, proposte di legge, mozioni, in che commisioni lavora,ecc.... fosse che dopo non si sbagli più a votare?
Per Giò: la libertà di parola e d'informazione ci è regalata da persone che spesso rischiano e ci rimettono la vita, spetta a noi non dimenticarli, ovunque e comunque, mai!

Gio ha detto...

Ehi certo, mi farebbe un sacco piacere, se vuoi puoi utilizzare la mia mail giopic@gmail.com, grazie davvero di cuore..PS come al solito grazie per le belle parole che "spendi"......

Felicity ha detto...

volevo farti i complimenti per il blog e dirti che è molto interessante, come la risposta che hai dato Auryn, mi trovi pienamente d'accordo.. a presto

Anonimo ha detto...

A dire la verità, ultimamente, esasperata dalle "bestialità"che si vedono in tv, preferisco tenerla spenta. Però, da quello che hai scritto, posso solo pensare che é stato fatto un passo evolutivo all'indietro. Ciao Taty

Anonimo ha detto...

La gardina..na padovana....

Frankie ha detto...

è ridicolo...è una persona con un percorso umano e la Gardini non può assolutamente permettersi di parlare dal basso della sua ignoranza..
Se le nostre mentalità continueranno ad essere così chiuse il paese non progredirà mai!

stellavale ha detto...

Bella la battuta a Parla con me di Vergassola, che si è dichiarato favorevole alla costituzione di un terzo bagno a Montecitorio per la Gardini, dato che qualcuno non potrebbe avere piacere di condividere il bagno con lei!